PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE DI UN APPARTAMENTO A MONTE MARIO (ROMA)

[SET ’19] Il progetto risponde alle richieste del cliente di ottenere una seconda camera da letto in questa casa di 45mq. Allo scopo il bagno e stato minimizzato e reso cieco, così da poter sfruttare una fonte di luce naturale in più e la cucina è stata accorpata al soggiorno-pranzo, ad un disimpegno delle stanze e all’ingresso; dall’unico ambiente inoltre è di facile accesso il terrazzo, che può essere sfruttato con un tavolino. La soluzione ovviamente presuppone il soddisfacimento delle prescrizioni di legge.

Questo slideshow richiede JavaScript.

RIPARAZIONE DI UNA TRATTA FOGNARIA AL RIONE PONTE (ROMA)

[LUG- NOV ’19] Si è provveduto senza indugio e con sollecitudine all’esecuzione dei lavori per cause di forza maggiore di rilevante interesse pubblico: l’aggravarsi repentino della situazione del tratto di tubo rotto e ostruito (come verificato in precedenza da una video-ispezione) sta causando pericolose dispersioni nel terreno e gravi inconvenienti igienico-sanitari al piano terra.

Le prime indagini hanno messo in luce lo stato di deterioramento di un pozzetto condominiale, sotto una griglia di areazione di uno scantinato posta nei pressi della soglia di accesso dell’edificio; esso convoglia le acque meteoriche dei pluviali adiacenti (quello del tetto del civico 7 e del civico 6) – entrambi deteriorati in basso, le acque nere e le scarica piegando immediatamente dopo il pozzetto con una curva in pvc verso il basso. Si suppone che il tubo successivo alla curva intercetti un canale in muratura che a sua volta sfoci nel pozzetto comunale posto a centro strada. Secondo tale ipotesi (più attendibile e come riportato negli elaborati grafici) si interverrà solo sulla prima parte della tratta.

In seconda ipotesi, se invece il tubo dovesse proseguire fino alla fogna comunale sarà necessario sostituirlo interamente.

Si intende dunque riparare la parte bassa dei pluviali, sostituire il pozzetto condominiale e la tubazione esistente. Considerando l’ipotesi peggiorativa, ovvero la seconda, lo sviluppo totale di circa 3,00m, va una profondità iniziale di 50cm ed una finale che si suppone di 2,00m circa. Allo scopo sarà necessario rimuovere la pavimentazione in cubetti di selce di circa 12x12cm, manualmente ove dovessero approssimarsi eventuali sottoservizi, l’allettamento e il sottostante materiale di riempimento, per poi disporli temporaneamente nell’area di cantiere predisposta a parte, prima di ricollocarli definitivamente nella loro originaria sede a fine lavori o smaltirli presso discarica autorizzata.

I cubetti di selce in particolare saranno posati su un letto di pozzolana e calce idrata e saranno allo stesso modo adattati i giunti; successivamente saranno battuti fino ad ottenimento di una superficie generale pseudocomplanare.

Le aree di cantiere occuperanno complessivamente 13,50mq, di cui l’area dello scavo sarà di 2,50mq, l’area di lavoro in superficie di 2,00mq, l’area di ricovero temporaneo dei materiali di 3mq e l’area adibita al parcheggio di un furgone adibito al temporaneo ricovero dei materiali da smaltire, fino al loro trasporto in discarica di 6mq; esse saranno opportunamente delimitate con tondini in ferro messi in sicurezza e con apposita rete da cantiere tirata, per tutta la durata dei lavori. I lavori sono durati 8 giorni lavorativi ed eseguiti dalla Ecotevere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

APPARTAMENTO A TORREVECCHIA (ROMA)

[apr-set ’19] Questo appartamento è sito in una strada relativamente tranquilla di Torrevecchia, un quartiere a nord-ovest della capitale. Esso era stato da poco acquistato da una coppia di architetti e insegnanti con i quali ho curato amichevolmente la progettazione e la direzione lavori. L’intervento si è concentrato principalmente nella creazione del grande ambiente della cucina-soggiorno-pranzo, che è stato variamente e attentamente controsoffittato, attraverso lo studio dettagliato di proporzioni e simmetrie; inoltre l’applicazione studiata di leggere tonalità cromatiche accanto al bianco hanno permesso di differenziare delicatamente i volumi. L’ingresso introduce alle geometrie e alla luminosità del soggiorno, attraverso le concavità di una nicchia e il  gioco del controsoffitto ribassato, che affiora in un grande varco asimmetrico dell’ingresso. Il movimento delle pareti del bagno di servizio e dell’antibagno delimita la zona cottura. Nel corridoio controsoffittato della zona notte si scorgono le tonalità cromatiche più forti delle tre stanze da letto. Anche l’illuminazione e l’arredo sono stati attentamente studiati: l’uso delle luci e del nero, del rosso e del rovere sottolineano le articolazioni spaziali e le simmetrie. Un parquet di rovere naturale unifica tutti gli ambienti della casa. L’impianto elettrico e termico sono stati totalmente rifatti. La progettazione è iniziata ad aprile, i lavori affidati a Grigio costruzioni sono iniziati a luglio e finiti a settembre del 2019.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

APPARTAMENTO ALLO STATUARIO (ROMA)

[mar-mag ’19] Questo piccolo appartamento è stato da poco acquistato da una donna single. L’intenzione progettuale principale allargare e cambiare le visuali e l’ordine interno a partire dall’ingresso. Viene realizzato anche un comodo ripostiglio per la lavatrice accanto alla cucina, che viene totalmente rinnovata insieme al bagno e controsoffittati gli spazi di distribuzione per l’alloggiamento dei faretti e di un soppalco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

APPARTAMENTO A MONTEVERDE VECCHIO (ROMA)

[feb-set ’19] La ristrutturazione di questo appartamento di 70mq di Monteverde per una coppia ed i loro due figli è abbastanza radicale sia dal punto di vista distributivo che materico. La superficie contenuta per quattro abitanti  e le esigenze esposte dei Committenti, ha stimolato una progettazione misuratissima. La zona giorno si sposta nella parte più soleggiata della casa (cucina, soggiorno, pranzo) e una delle due camere da letto si dota di bagno ad uso esclusivo. Il soppalco lungo tutto il corridoio e i controsoffitti all’ingresso e nei bagni ribassano l’altezza del soffitto per rendere più armonica la percezione degli spazi e per permettere l’illuminazione incassata con i faretti led. I pavimenti attuali danneggiati da vecchie infiltrazioni saranno rimossi; al loro posto sarà posato un gres effetto legno a listoni. I lavori sono stati svolti dalla Edilizia Appalti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

VILLETTA PRESSO CIAMPINO (ROMA)

[ott-nov ’18] Alcuni interventi hanno migliorato la fruizione sia degli ambienti dell’immobile della zona giorno che della zona notte, che dei servizi. La villetta sorge in località Acqua Acetosa presso Ciampino, in un complesso di costruzioni simili con giardino. Gli interventi sono consistiti nella realizzazione di tramezzi, muretti e controsoffitti in cartongesso, nell’adattamento di alcune porte e nelle tinteggiature. L’intervento è stato realizzato dall’impresa edile di Eneia Restivan.

Questo slideshow richiede JavaScript.